Filosofia e nuovi sentieri

«Mi rappresento il vasto recinto delle scienze come una grande estensione di terreno disseminato di luoghi oscuri e illuminati. Lo scopo delle nostre fatiche deve essere quello di estendere i confini dei luoghi illuminati, oppure di moltiplicare sul terreno i centri di luce. L’un compito è proprio del genio che crea, l’altro della perspicacia che perfeziona» Denis Diderot

John Henry Mackay, Max Stirner. Vita e Opere

Lascia un commento


Max Stirner. Vita e Opere, di John Henry Mackay, sembra essere stato pubblicato dall’editore Bibliosofica con l’esplicito intento di mandare in visibilio i fan del filosofo di Bayreuth (1806 – Berlino 1856): dietro l’apparenza del volume in brossura a basso costo emerge infatti ben presto un piccolo gioiello, impreziosito fin dalla copertina dallo schizzo del ritratto di Stirner (al secolo Johann Caspar Schmidt) disegnato da Engels, dalle foto della casa natale e di quella in cui morì (e perfino della sua tomba), da due lettere del filosofo e dalle firme da lui utilizzate in diverse occasioni.

Ma ovviamente la vera gemma è la biografia intellettuale di Stirner tracciata da Mackay, poeta scozzese vissuto una generazione dopo, qui nella sua prima traduzione italiana (a cura di Claudia Antonucci), completa delle Prefazioni alle tre edizioni tedesche. Biografia che Mackay compila basandosi su tutte le fonti disponibili all’epoca, con un lavoro minuzioso e fedele, dal quale trasuda la passione del poeta per la vita e l’opera del suo “maestro”.
Legame che anima lo scritto e che permette al lettore di penetrare più a fondo nell’intento filosofico di Stirner: la vita – come spesso accade – aiuta a comprendere più in profondità il senso dell’opera, nel momento stesso in cui l’opera può rendere sensata la vita del suo autore.
Max Stirner non è mai stato considerato – a torto, sostiene Mackay con un tono tra l’addolorato e lo stizzito – un pensatore “di primo piano”, né in vita né post mortem: spesso lo si ricorda solo come l’oggetto dell’impietoso dileggio di Marx ed Engels nel loro caposaldo L’ideologia tedesca. Eppure “tutti lo vogliono”: gli individualisti e gli anarchici se lo contendono per farne, ciascuno a proprio modo, un simbolo di qualcosa che, probabilmente, Stirner non è mai stato. Ma di certo ha avuto una vita interessantissima, come sottolinea l’editore, Giovanni Feliciani, amante di Stirner fin dai tempi della tesi universitaria, auspicando che ne venga tratto un film. Perché non è vero che i filosofi debbano per forza essere noiosi: al contrario – e questo libro ne è un esempio – la passione per la filosofia può davvero rendere la vita degna di essere vissuta.


John Henry Mackay, Max Stirner. Vita e Opere, ed. Bibliosofica, 2013, pp. 230, euro 13. Tr. it. di Claudia Antonucci.

Annunci

Autore: Paolo Calabrò

Laureato in scienze dell'informazione e in filosofia, gestisco il sito ufficiale in italiano del filosofo francese Maurice Bellet. Collaboro con il settimanale «Il Caffè» di Caserta con le riviste online «Pagina3», «AgoraVox.it» e «Mangialibri». Sono redattore della rivista online «Filosofia e nuovi sentieri». Ho pubblicato: C'è un sole che si muore (ed. Il Prato, Padova 2016), antologia di racconti gialli e noir ambientati a Napoli (e dintorni), curata insieme a Diana Lama; L'intransigenza. I gialli del Dio perverso (ed. Il Prato, Padova 2015), romanzo noir ispirato alla teologia di Maurice Bellet; La verità cammina con noi. Introduzione alla filosofia e alla scienza dell'umano di Maurice Bellet (ed. Il Prato, Padova 2014) e Le cose si toccano. Raimon Panikkar e le scienze moderne (ed. Diabasis, Reggio Emilia 2011), oltre a diversi saggi sul pensiero di Raimon Panikkar, di cui l'ultimo è «Lo scandalo dell'unicità e le sue conseguenze. La proposta ontologica di Raimon Panikkar» ("Conjectura: filosofia e educação, rivista di lingua anglo-italo-portoghese, aprile 2014).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...